DE-LUXE

TI_DIRO_1Un  locale (relativamente) nuovo, un cuoco molto giovane, una cucina fresca e innovativa.

I migliori presupposti per pranzi e cene che hanno il sapore fresco e rinnovante della primavera ci sono tutti; e con la recente apertura a pranzo, con un menù semplificato ed economicamente più sostenibile rispetto alla sera, la possibilità reale di provare la cucina essenziale e leggera del giovanissimo Mehdi El Omari, che da Bergamo, da qualche mese gioca – vincendo – nella cucina del Ti Dirò.TI_DIRO_2

In teoria lui, o al meno la sua famiglia, viene da più lontano: un’origine marocchina ormai solo più accennata e segno di una bellissima integrazione che parte, sempre, anche dalla tavola.TI_DIRO_4
A cena
i sapori, le consistenze e gli abbinamenti rasentano l’haute cuisine e quella stellata.
A pranzo è tutto molto (troppo?) più semplice e i piatti offrono i sapori più rassicuranti della cucina piemontese, campana, calabrese e lucana. Battuta di fassona ma anche paccheri con ragù di polpettine e pecorino, salmone in bellavista e gnocco fritto; orata alla milanese ma anche ravioli al Castelmagno e gnocchi alla sorrentina.TI_DIRO_2
E se è vero che tanto più semplici sono i piatti, più è facile sbagliare, qui il cuoco non sbaglia: sapori semplici che non annoiano ma riportano immediatamente alla propria infanzia, a quei gusti che – come le petites madeleines proustiane – evocano molto dei nostri ricordi gastronomici più ancestrali. I paccheri assaggiati era un inno alla bontà assoluta della pasta al pomodoro, le uova all’occhio di bue (con gorgonzola e pane croccante) buone anche se un po’ (troppo) semplici, la sbrisolona – con crema pasticcera – perfetta alla vista al palato.
TI_DIRO_5Mi toccherà ritornare a cena, per assaggiare tra l’altro il pane di Mehdi: fino a sette tipi diversi, dai cereali a al curry, il cui profumo (appena sfornato) mi è rimasto nel naso (e nel cuore).
TI_DIRO_3Ti Dirò

Via Cavour, 12/B
011530357
www.ristorantetidirotorino.it
Pagina FaceBook
MART – DOM: pranzo e cena
Chiuso il lunedì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *