L’ITALIA DELLE REGIONI

Se un locale te lo consigliano in tanti (lettori del blog), qualcosa vuol dire.
Soprattutto perché il passaparola continua ad essere il mezzo più efficace per scoprire posti buoni.

E allora venerdì scorso mi spingo tra San Donato e il Parco Dora (la famosa Spina 3) ed entrando da Sole di Sicilia mi sembra davvero di essere sbarcato in Sicilia, con profumi e colori tra il Mercato del Capo e quello di Ballarò.

Il bancone è colmo di tutti i piatti da rosticceria siciliana: dai classici arancini (che vengono fritti a ciclo continuo) alle ravazzate, dal pane e panelle allo sfincione e poi sformati di anelletti, parmigiana di melanzane, polli arrosto, cannoli, ravioli fritti e cassatine.

Qui tanti vengono per l’asporto, ma ci si può anche fermare per mangiare: poco spazio e tavoli molto ravvicinati per un servizio veloce e cortese.
Una buona scelta di piatti – 4 o 5 scelte per primi e secondi – con cui comporre il menù del giorno al prezzo incredibile di 9,90 per primo, secondo con contorno, acqua/vino (nero d’Avola o bianco Grillo) e dolcino/caffè.

La mia pasta alle sarde una delle più buone mai assaggiate fuori della Sicilia, buona e leggera anche la parmigiana e anche gli arancini e lo sfincione – presi per l’assporto – li ho trovati perfetti: riso al dente, panatura croccante e ragù dall’ottimo sapore per l’arancione, morbidezza e sapore per lo sfincione.
Se pensate che il pane (al latte) con l’immancabile sesamo in accompagnamento al pasto lo fanno loro, questo è un posto da venirci.
Subito.
Anche per assaggiare i dolci che non deludono.

P.S. Molti vedendo le storie da Instagram, mi hanno chiesto se ero in vacanza in Sicilia: quando si parla di autenticità a tavola!

Sole di Sicilia
Via Livorno, 6
340 927 1958
Pagina FB
MART – DOM: pranzo e cena
Chiuso il lunedì.

2 pensieri su “Sole di Sicilia

  1. Mario

    Ritornati, sempre ottimo. Piatto di sfizi (pani c’a meusa, pane e panelle, crocchette, melanzane, sfincione): 9.90 euro di delizie.
    Altrettanto importante: dopo tutto quel ben di Dio, per lo più fritto, la prova definitiva: ottima digestione.

    Rispondi
    1. Monsu Barachin Autore articolo

      Mamma mia che bontà! L’unico problema è la distanza, se non ci andrei almeno una volta settimana. Grazie ancora del consiglio ;)

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *