GLOBETROTTER

Raviolin perché i gestori fanno Lin di cognome e perché il titolare, supportato in cucina dalla moglie, per tutti è Lino.

Insieme hanno avuto per 13 anni un bar in Barriera di Milano e da ottobre scorso hanno aperto questo piccolo spazio in centro, più per l’asporto che per la consumazione, in loco dove sono protagonisti i grandi classici della cucina cinese: ravioli (maiale, manzo, gamberi), baozi, udon, spaghetti cinesi, involtini primavera, maiale in agrodolce o arrosto, polpette di maiale e tofu.
Io ci sono venuto perché ormai come da tradizione, voglio festeggiare con cibo cinese il Capodanno (cinese). Quindi oltre agli immancabili (per me) ravioli, anche gnocchi di riso, che solitamente non mi fanno impazzire, ma – sembra – non possano mancare nel Capodanno.

Ed erano pure buoni: tutto molto semplice, genuino, preparato al momento (per l’asporto tempo di attesa 10/15 minuti).

P.S. Logo (bello) e pagina Instagram (curata), seguiti dalla figlia dei coniugi Lin che dopo una laurea alla Bocconi lavora Yoox a Milano.

Buon anno della Tigre.
Auguri a tutto il popolo cinese. E anche quello italiano.
Che con il buon cibo cinese onora questo antichissimo paese.
Raviolin
Via Gioacchino Rossini, 3/A
366 591 9412
Instagram
Sempre aperto (dalle 11 alle 22:30)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *