RISTORANTE

Quando la fama ti precede.

Ho sentito spesso parlare di Beppe Rambaldi da amici gourmand e addetti ai lavori (gastronomici). La sua Cucina Rambaldi a Villar Dora è un porto sicuro di cucina tradizionale: molto vintage, un po’ ferrarese, un po’ piemontese.
Beppe Rambaldi è arrivato da Ferrara vent’anni fa in Piemonte alla corte di (Re) Davide Scabin a cui, sostiene, di dover tutto. Anche l’amore per la città sabauda, in cui sperava prima o poi di aprire un locale.

E l’ha fatto qualche settimana fa: in uno spazio a Cit Turin dove convivono il bistrot, con tavoli rotondi e lunghe tovaglie, e gastronomia, dove l’ordine si fa davanti al bancone con qualche consiglio e indicazione di Beppe stesso.
Io, per questa prima volta, mi sono fermato in gastronomia e ho lasciato fare al cuoco, perché difficilmente avrei saputo scegliere da una vetrina così ricca e rassicurante.

Una carrellata di sapori piemontesi (vitello tonnato con salsa all’antica o salsa anni ’80, insalata russa con tonno, acciughe fritte al momento con cipolle rosse in carpione), romagnoli (tagliatelle al ragù ferrarese, cappelletti in brodo) ma anche piatti un po’ in giro per l’Italia: tutti accomunati dalla solidità della cucina di partenza, dai gusti pieni e rassicuranti. Vedi coniglio alla ligure con timo, taggiasche e pinoli o fegato alla veneziana.
I dolci ci riportano a Ferrara: torta tenerina al cioccolato, zuppa inglese, torta della nonna con mandorle e pinoli.
Quei dolci che sanno di famiglia, di buono, ma che ti vergogneresti quasi ad ordinare in un ristorante di livello.
Prezzi? Antipasti a 10€, primi a 12, secondi a 16 e dolci a 6.
Prezzi simili nel bistrot a cui occorre però aggiungere il coperto (3€).
Interessante proposta di vini in mescita: dal Rive Gauche Rosé Malvirà (6€) al Nebbiolo Clerico del 2018 (7€), ma anche Champagne (Thienot Brut) a 12€ il calice per un pranzo da ricordare.

[Se riuscite e soprattutto se Beppe è un attimo libero, fermatevi a fare due chiacchere con lui: passione è quello che più contraddistingue quello che fa. Lo si vede anche da come si rivolge ai suoi collaboratori, dai cuochi al personale di sala: non è scontata tanta cura, quanto ne risente positivamente tutto l’ambiente.]
Rambaldi – Gastronomi(a)tipica Enoteca Bistrot
Via Principi d’Acaja, 40
011 1917 2795
Pagina FB
Pagina Instagram
LUN – SAB: 10:00 – 20:00
Chiuso la domenica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *