FOODIES

Appassionati di pollo arrosto?

Io non troppo, eppure l’altro giorno né ho mangiato uno davvero buonissimo: croccante fuori, morbida e succosa la carne.
In teoria dovrei dire che ho mangiato un frango assado perchè da Pereira tutto è di ispirazione lusitana. E anche il ragazzo, che ricorda i tantissimi angolani che vivono a Lisboa, è perfettamente nel ruolo.

Un menù giustamente limitato che prevede oltre al pollo arrosto – a scelta comunque tra normale (1/2 a €4,50) e biologico senza OGM né antibiotici leggermente più grande (€6,50) -, spiedino (€3), wurstel (€1), salamella (1€), più verdure e patate al forno e insalatone.
In accompagnamento alla carne e alle verdure, quattro salse (di cui la prima in omaggio): burro salato & limone, l’emblema del Portogallo in cucina, senape & miele (quella che ho assaggiato io), piri piri, secondo la ricetta dalle colonie africane del Portogallo, limone & zenzero e limone & pepe nero.

Il ricordo può essere un buon pasteis de nata e, se come me, siete curiosi di conoscere la genesi dell’idea e del nome, che io pensavo un omaggio al capolavoro di Antonio Tabucchi, ecco quello che racconta il titolare: “appena atterrati a Lisbona, ci vengono a prendere i nostri amici, Sérgio Mota Pereira e Marta Bensaude. Sono le nove e mezza di sera: troppo tardi per uscire a cena, e troppo presto per andare a divertirsi. Sérgio e Marta sono troppo stanchi per cucinare: che fare? “prendiamo un pollo al girarrosto qui sotto casa!” ed è così che nasce il nostro amore per il “frango”, il pollo alla portoghese.”

Ho come l’impressione che il frango di Pereira mieterà tanti altri insospettati appassionati di pollo arrosto.
Pereira Girarrosti
Via San Massimo, 7b
011 19885070
www.pereiragirarrosti.com
Pagina FB
Sempre aperto (tranne pranzo del primo lunedì del mese)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *