ENOTECA CON CUCINA

La rivincita dei fuori zona di Torino.
In una quasi anonima via San Marino, quartiere Santa Rita, un grande spazio con vini, libri, tavolini: tutti inondati dalla luce che entra dalle grandi vetrine.

Dentro vi accoglie Franco (Favero) veneto ma ormai torinese a tutti gli effetti che qui vi invita a bere un’ombra de vin con qualche piattino, che, noi piemontesi, diremmo da merenda sinoira ma che vanno benissimo all’ora dell’aperitivo o del pranzo.
Franco mi ha spiegato l’origine dell’espressione veneta (ombra de vin) che ha dato il nome del locale –  insieme al fatto che all’inizio ospitava anche un laboratorio di maglia – e che io riporto per quelli che ancora non la conoscono: la leggenda vuole infatti che in tempi lontani il vino venisse servito in piazza San Marco da venditori ambulanti. Questi erano soliti seguire l’ombra del Campanile affinché il vino rimanesse fresco: da qui l’uso di chiamare il bicchiere di vino “ombra”.

Che cosa abbiamo bevuto? Naturalmente un Prosecco (veneto) di Valdobbiadene e poi una barbera vivace: entrambi ottimi e con ricarico assolutamente contenuto.
I calici hanno accompagnato Mozzarella pugliese e pomodorini (5€), Cous cous (preparato con Friscous® salentino Petramare a base di grano duro, lievito madre e curcuma anche in vendita) con ratatouille e guazzetto di gamberi (6,50), Maiale tonnato (6).

Tutto semplice, buono, accogliente.
Per stare bene ci vuole poco. Ma con dietro tanta passione e impegno.
L’Ombra del Gomitolo
Via S. Marino, 52
389 091 3943
Pagina FB
LUN – SAB: pranzo e aperitivo/cena.
Chiuso la domenica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *