GLOBETROTTER

larustica1San Paolo si conferma il quartiere più sudamericano di Torino, anche dal punto di vista gastronomico.
Una nuova interessante scoperta per un locale piccolo (al massimo venti coperti) ma una cuoca (Roxana) dietro i fornelli con un curriculum di tutto riguardo: una collaborazione anche con Gualtiero Marchesi ai tempi delle Olimpiadi del 2006 e poi anni di esperienza a Venezia nella brigata del “S. Clemente Palace” e nel reparto catering-banqueting del Ristorante del Cambio.

Un menù variegato come d’altronde è la cucina peruviana che spazia da quella limeña (di cui Roxana è originaria), con qualche incursione in quella di Arequipa (da dove veniva invece la nonna) e fino quella Afro-peruana, tipica di Chincha, dove è originario il compagno di Roxana e collaboratore in sala Pedro.larustica2
Della cucina della costa troviamo il famoso (e Patrimonio dell’Unesco) ceviche, ma anche arroz con mariscos, la causa limenha, el chupe de camarones (zuppa a base di pesce, camarones, patate e latte), ma anche cucina della selva (tacacho con cenina, juane) e  delle Ande (la Sierra) con le famose papas a la huancaina, ocopa, huatia e pachamanca, uno dei piatti più iconici e rituali di tutta la cucina peruviana, che prevedeva originariamente lo scavo di un buco profondo in un luogo all’aria aperta e il riscaldamento di pietre sul fuoco per poi cuocervi sopra per alcun cinque tipi di carne, patate, fave coperti di foglie e terra.

Non mancano piatti della cucina criolla (ají de gallina, carapulcra, escabeche, arroz con pollo, lomo saltado) e della cucina chifa, ovvero la cucina che sorse dalla fusione tra la cucina peruviana e quella degli immigrati cinesi, principalmente cantonesi, che giunsero in Perù a metà del XIX secolo e agli inizi del XX secolo, e oggi particolarmente popolare ed amata in Perù (arroz chaufa, pollo TiPaKay, sopa wantán (zuppa wantan) e il cosiddetto aeropuerto).

larustica4A parte il menù del giorno che prevede a 7 euro due piatti a scelta tra due proposte di primi piatti (sopa, causa limenha, arroz) e due secondi (carne con contorni), i piatti del menù alla carta (decisamente ampio) non sono proprio economici con un prezzo – a parte gli antipasti sui 5/7 euro – che vanno dai 10 ai 14 euro, ma la qualità delle materie prime e quantità dele porzioni possono giustificare il prezzo.
larustica3Dolci tipici (e buoni) a 4 euro: torta di cioccolato, cree caramel, budin de pan.
Si beve chicha morada oppure emoliente (infuso a base di erbe), vino (cileno o piemontese), inca cola.

Ho mangiato: papa rellena, arroz chaufa, budin de pan.

LA RUSTICA Ristorante Peruviano
Via Osasco 30/A
011.386410  –  Roxana: 339.30.93.289  –  Pedro: 327.90.94.617
http://www.larusticalatina.it/
Pagina FaceBook
MART – LUN: pranzo e cena
Chiuso il mercoledì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *