PIZZA & CO

Veniteci per la pizza.
E dimenticatevi di tutto il resto.

Nulla di così negativo o inospitale, ma se la pizza è (molto) buona, il resto lo è meno.

Mi consiglia la pizza un’amica che a San Salvario ci vive e dove ha addirittura per qualche anno ha avuto un locale. Quindi vado sul sicuro.
Una volta però dentro scopro che frequentavo il locale quando si chiamava la Masseria dello Zio. Ma nel frattempo il locale ha perso di smalto e anche il servizio non brilla per sollecitudine e solarità. Quasi indeciso se fermarmi o provare un’altra pizzeria, vengo poi inaspettatamente stupito dalla pizza.

Che è buona, molto buona.
E’ il mio ideale di pizza, che mi piace chiamare ‘soffiata’.
Leggermente croccante, ma morbida all’interno: impasto con farina 1, ottima alveolatura, leggera, digeribile.
Salsa di pomodoro dolce e saporita, mozzarella comme-il-faut.

Me mangio una (con tutti i pezzi di cornicione), ma ne avrei mangiata un’altra mezza o anche intera.
Scopro poi che il pizzaiolo ha imparato da uno dei fuori classe in città, tale Carmine Bisogno che tra Barriera di Milano e Regio Parco nel suo Don Ciccio prepara una delle migliori pizze di Torino.

Le 2 fette di salame possono diventare 3: un po’ più di cura, un po’ più di attenzione.
La vostra pizza continuerò ad assaggiarla e quindi vi tengo sotto controllo.

La Malandrina
Via Belfiore, 7
392 408 7184
Pagina FB
Sempre aperto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *