GLOBETROTTER

Bella Torino, belle le sue piazze salotto, buono il vitello tonnato, ma ogni tanto vorrei che fosse un po’ meno provinciale e sapesse uscire dai suoi confini sociali, gastronomici, culturali.
Martedì nella durata di una pausa pranzo mi sono illuso che sia possibile farlo.

La location è ISOLA uno spazio multifunzionale a San Salvario quasi in prossimità di Porta Nuova: food & beverage, tattoo, wine & spirits, music & mag shop, studio i suoi ambiti di lavoro.

Anastasia, una perfetta padrona di casa, che mi ha fatto assaggiare due piatti di punta del lato food del locale e mi ha fatto venire di ritornarci per il brunch della domenica dove, oltre alle classiche uova strapazzate, pane tostato, salmone affumicato, troviamo un riso stir fry con curry e verdure, insalatina di stagione, hummus, pancakes, ma soprattutto un burger vegano, vera particolarità italiana e forse europea, ovvero un burgerbun farcito di yuba alla piastra e altro (provola affumicata, cetriolini in malossol, cipolla croccante, salsa isola).

Non sapete che cos’è la Yuba?
La yuba è letteralmente pelle di tofu, ovvero la sottile membrana (ricca di proteine) che durante la bollitura del latte di soia coagula in superficie. Membrana che viene raccolta e lasciata essiccare in fogli e poi opportunatamente idratata da Idris di Isola e passata alla piastra.

Altra particolarità e tipicità di Isola sono i rosti di patate Marabel, farciti in varie modalità ma quello con l’uovo all’occhio di bue e salsa isola (6€) il più ordinato e amato.
Martedì scorso però era una splendida giornata di sole e allora mi sono lasciato consigliare dei piatti che anticipano il menù estivo attivo tra poco, che avrà meno rosti (più adatti a un clima invernale) e più pesce (la carne nella cucina di Isola non entra mai).

Et voilà un delicatissimo e cremoso hummus solo leggermente speziato (no cipolla e no aglio: grazie a Dio!) con ottimo olio evo e pane tostato (5€) e poi un buonissimo OC-Burger, ovvero un long bun (come quello degli hot dog) con polpo a tocchetti alla piastra, cajun, salsa tartara, cipolla fritta croccante e insalatina (9,50).
Un caffè filtro Guglielmo, calabrese come la padrona di casa, e una genuina e ottima cheesecake alle fragole.
Sarei stato delle ore in quel dehors: a leggere, a vedere le persone passare, a immaginare di essere altrove, tra Berlino o a Williamsburg (Brooklyn).

Isola
Via Goito, 15
011 1978 1207
Pagina FB
MART – SAB: da pranzo a tarda sera DOM: brunch
Chiuso il lunedì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *