PIù DI UN BAR

Più di un caffè.
Anche se qui il caffè – in tutte le specialty e monorigini proposte e conseguenti modalità di preparazione – è il vero protagonista.
In buona compagnia di svariati tè (nero, verde, bianco, rooibos), infusi di frutta e tisane alle erbe.
Tutti da accompagnare a un’ampia scelta di biscotti, anche vegani, tortine, monoporzioni (Sacher, Opera, Christmas tart, …) e cioccolatini.

Ma Monsu Barachin ci è venuto, negli ultimi giorni di ottobre, per la pausa pranzo: dove, oltre a panini e quiche (anche in menù combinati), è possibile scegliere da un menu alla carta che prevede piatti locali ma rivisitati, ma soprattutto piatti di cucina internazionale: spiedini yakitori, spicy thai noodles, polipo alle Canarie, bao buns, ceviche peruviano (con un prezzo di 6 € per gli snacks e tra i 10 e i 14 per i piatti principali).
Io sono rimasto in Piemonte per assaggiare un piatto autunnale, ma anche un po’ natalizio, visti gli ingredienti di festa: dei buoni cannelloni con faraona, tartufo nero, funghi e nocciole.

Il menù cambia spesso e da quello attuale, necessariamente d’asporto e delivery, assaggerei volentieri i calamari ripieni con la polenta oppure l’agnello mediorientale con riso, olive, mandorle e uvetta.
D’asporto anche box speciali per la colazione o l’afternoon tea che potete regalare o regalarvi per questo Natale.

Perché come si legge sul muro interno in mattoni: “Every journey starts with an infusion”.
E con molti dei loro piatti si può viaggiare rimanendo a Torino.
Infusion Café
Via Palazzo di Città, 22/d
333 814 5194 – 347 46 40 610
www.infusioncafetorino.com
Facebook
Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *