RISTORANTE

Non so se qualche semiologo abbia teorizzato qualcosa a proposito del blu nei luoghi ristorativi.
Fatto sta che quel blu brillante, a metà il cobalto e l’oltre mare, è particolarmente amato e praticato nella ristorazione. Soprattutto torinese.
Penso alla bellissima Edicola di Via Bologna aperta ormai due anni fa e il recentissimo Così Com’è aperto qualche settimana fa nel super centro di Torino.
Qui un blu protagonista in particolare dell’angolo cantina.

Così com’è è l’idea di ristorazione ma anche gastronomia d’asporto di Gregorio Cavallaro, sommelier e appassionato di cucina, che proprio per la sua passione enologica non poteva riservare ai vini una cornice (e un colore) migliore.

In cucina un giovane e promettente chef, Lorenzo Andreazzoli, che prepara la pasta fresca, ma la tradizione sa anche rielaborarla anche in chiave creativa operando un sapiente mix di sapori, profumi e culture.
Come la mia Battuta di fassona su frolla di parmigiano e nastri di finocchio croccante (8,50€): semplice, leggera, contemporanea.
Buona anche la cheesecake alle fragole: cremosa, fresca e golosa (4,50).
Anche insalate, piatti di carne e pesce come la zuppetta di pesce (con crostone di pane di Luca Scarcella/8 €) e il calamaro ripieno di mollica di pane, pomodori secchi, capperi e salsa di pomodorini confit (10,50€).

Converrebbe forse solo valorizzare un po’ di più la gastronomia, che già porzionata, non richiama l’attenzione dovuta

Un consiglio, un augurio: sperando di tornarci presto.
A tuffarmi di nuovo in quel blu.
Così Com’è
Via dei Mille, 32
011 385 2437
https://cosicometorino.com/
Facebook
Instagram
Colazione, pranzo e cena. Chiuso la domenica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *