PIù DI UN BAR

bazaaar1E’ un dato di fatto.
Via Stampatori, una delle vie più corte e belle del nucleo storico medioevale di Torino (come dice il nome qui c’erano le botteghe artigianali storiche della citta tra cui anche stampatori), è fortemente vocata all’enogastronomia.

A partire dal Sicomoro, ottima pizzeria e ristorante all’angolo con via Barbaroux che quando aprì più di dieci anni fa stupì per il suo look post industriale e dove ancora oggi torno per le sue pizze e i fritti, per passare alla Deutsche Vita, enclave di cucina teutonica nel centro di Torino, al dirimpettaio Le Scodelle, con la sua rassicurante cucina emiliana e mediopadana, fino al Bazaar, la mia ultima scoperta.bazaaar2
Di solito è l’ultima cosa che si dice, mentre qui bisogna dichiararlo subito: un locale aperto 365 giorni l’anno dall’ora della colazione a tarda notte.
Scusate se è poco: a me tranquilizza molto sapere che esistano locali dove puoi rifugiarti in qualsiasi momento.bazaaar3
Un locale hipster?
Neanche tanto, o almeno solo apparentemente. I mobili vintage, i grafismi sulle pareti, l’atteggiamento tranquillo e compassato dei giovani barman e camerieri sono sicuramente hipster, ma vi assicuro che la cucina – uno degli aspetti focali della pausa pranzo – è sostanziale, buona e priva di finzione.

Scelte non scontate ma nel solco della tradizione, buona fattura e tempi contenuti tra preparazione e servizio mi hanno fatto molto apprezzare questo bellissimo locale che ha già tre anni di vita.bazaaar4
A pranzo la scelta tra mignon/4 euro (acciughe al verde/burro, tartare, tomini al verde/rosso, burrata con pomodorini, caponata di zucca, insalata di pollo alla piemontese, muffin di zucchine e caprino) che rappresentano un po’ gli antipasti tipici piemontese (qualcuno rivisitato) e 5/6 piatti del giorno/7, 50 tra primi (gnocchi/ tagliatelle al ragù, pasta e ceci) e secondi (spezzatino, polpette, maialino in salsa di Freisa e mele).
Potete costruirvi il vostro pasto in modo creativo con 3 mignon (10 euro), o mignon + piatto sempre a 10.
bazaaar5In più pizze al tegamino (5/6 euro), focacce (4/9 euro) e un dolce tra quelli disponibili per la prima colazione (tatin di mele, arancia e semi di papavero, frolle, biscotti) o un semifreddo allo zabaione o cioccolato (3,50).

Ho mangiato: caponata di zucca, pasta e ceci, tarte tatin di mele.

BAZAAAR
Via Stampatori, 1
348 361 7893
www.bazaaar.it
Pagina FaceBook
Sempre aperto: colazione, pranzo e aperitivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *