Archivio mensile: maggio 2017

MENODICIOTTO

MENODICIOTTO_1In uno dei punti più turistici di Torino una gelateria storica (trent’anni) che è riuscita negli anni a non diventare troppo commerciale parlando di filiera controllata per le materie prime in tempi non sospetti.

La storia del gelato nasce infatti nella cucina del ristorante di famiglia, l’allora due stelle Michelin “Al Gatto nero”, nei lontani anni ’80 con i primi esperimenti sul gelato.

Il progetto IoAgricultura, ha permesso poi, a partire dalla cultura tradizionale contadina, una selezione delle materie prime sempre più all’origine: il latte, per il gelato, arriva dal loro allevamento di mucche Montbéliarde, di cui riescono a curare l’alimentazione, le uova da galline allevate a terra e la frutta solo quella fresca di stagione.MENODICIOTTO_2
Quasi all’ombra della struttura medioevale (castello) di palazzo Madama, io ho preso una coppa seduto – come non mi capitava dagli anni ’80/’90 – circondato da francesi e tedeschi (per lo più dame teutoniche) che accompagnavano il gelato con una tazza di cappuccino fumante: ça-va-sans-dire un gelato buono, gusti per lo più stagionali e dal sapore autentico (il sorbetto alla pera sapeva di pera fresca) e un prezzo non troppo da turisti con una coppa/cono piccola/o da due euro difficile ormai da trovare.

Tradizione e innovazione: da una parte una degustazione sushi (6€), ovvero quattro pezzi di gelato a forma di roll e sashimi con accostamenti (per ogni pezzo) di due gusti diversi, dall’altra un allure vintage con le coppe di gelato (7/8€), macedonia con gelato e ‘tagli’ (varie dimensioni) con caffè, cioccolata, amarena e liquori vari.

Coni/coppette: 2,00 – 3,00 – 4,00 €  Panna: +0,50
Frappé:  3,00  Brioche con gelato: 3,50  Affogato: 4,00 Yogurt: 2,50
Gelato:
20,00 al kg
Gusti preferiti
: Mascarpone e MalagaMENODICIOTTO_blocco
Menodiciotto
Piazza Castello, 54
011 561 8198
www.meno18.com
Pagina FaceBook
Sempre aperto (il lunedì apre alle 12:00)

CAFFE’ TURIN NIZZA

CAFFE_NIZZA1Importanti novità per gli amanti in città di ostriche, crudi e ricci di mare, plateau royale.
Un nome che evoca il bar-à-huitres più famoso della Costa Azzurra e un menù (uguale a pranzo a cena) con un’offerta molto ampia tra antipasti, primi e secondi dedicata ai ‘frutti del mare’, ma con anche qualche proposta più prettamente di terra. (altro…)

PA.PA.IA

PAPAIA_1Un nome esotico per una cucina quanto mai tradizionale, semplice e rassicurante.
(altro…)

PLIN & TAJARIN

PLIN1Conosco Plin & Tajarin da prima che si chiamasse così, quando i titolari muovevano i primi passi nell’accoglienza ristorativa, ancora per lo più informale, nei locali di via San Paolo.
Quello dove accolgono oggi i clienti è una sorta di piccolo salotto zeppo di installazioni d’arte contemporanea, sedie vestite e tavoli-quadri nel quartiere più salotto della città: Cit Turin. (altro…)

Pastificio da Simo

PASTIFICIO_SIMO1Dimenticatevi pastifici e gastronomie dove insalata russa e agnolotti sono venduti a peso d’oro.
Da Simo ricorda una di quelle veraci botteghe di pasta fresca e rosticceria che potreste incontrare alla Pignasecca a Napoli o Al Capo di Palermo: sostanza e consistenza. (altro…)

IL VICOLO

IL_VICOLO_1bisPiù di vent’anni di risotti a Torino.
Dal 94 nella sede di V. Melchiorre Gioia – dove lo scoprii dieci anni fa prima ancora di diventare Monsu Barachin – per spostarsi nel 2016 nell’attuale (bella) sede di via S. Francesco da Paola: spazi ampi e luminosi, legno grezzo nei tavoli, arte contemporanea alle pareti. (altro…)

SICILY

SICILY_1La pasticceria e rosticceria di ispirazione siciliana più glamour a Torino nasce a San Donato (via Cibrario), ma si impone al grande pubblico nella centralissima via Gramsci, mantenendo inalterate proposta e lo stile contemporaneo degli interni. (altro…)

BAR TU

BAR_TU_1E sempre bello tornare in Aurora che per Monsu Barachin rappresenta un mix tra l’East London di una decina di anni fa e il 10° arrondissement parigino.
Locali belli, stile retrò, fascinosamente decadenti dove uno può indugiare delle ore e ritornare indifferentemente per colazione (abbondante e variegata soprattutto nel weekend), pranzo o per l’aperitivo. (altro…)